Elenco blog personale

mercoledì 28 giugno 2017

28 giugno - da Slai Cobas sc TA: ILVA Taranto - IL PUNTO DELLA SITUAZIONE



Ai primi di luglio inizierà la trattativa tra i sindacati e la cordata ArcelorMittal. Nella cordata è entrata ora ufficialmente Intesa Sanpaolo; secondo indiscrezioni, questo dovrebbe portare ad un ridimensionamento della presenza della Marcegaglia.
L'incontro coi sindacati è puramente procedurale, siamo ben lontani da una vera trattativa; il passaggio è solo formale sul piano generale.
La prima scadenza riguarda il piano ambientale, si aspetta un mese perchè la cordata vincente esponga le sue idee su esso, ma è solo a fine settembre che si capirà qualcosa in più in merito.

28 giugno - manifestazione alla FCA di Pomigliano 30 giugno - lo Slai Cobas per il sindacato di classe sostiene e partecipa



Appendice – Appello di convocazione della manifestazione del 30 giugno a Cassino
SE CASSINO AFFONDA ALLORA AFFONDA TUTTA LA FCA
IL 30 GIUGNO DALLE H. 12 TUTTI ALLA FCA DI CASSINO-CONCENTRAMENTO DAVANTI ALL’INGRESSO 1
I COBAS DICHIARANO 8 ORE DI SCIOPERO PER OGNI TURNO DI LAVORO A CASSINO, POMIGLIANO, MIRAFIORI, TERMOLI, MELFI, COMPRESE LE AZIENDE TERZIARIZZATE E I REPARTI CONFINO, INVITANO GLI OPERAI ALLA MASSIMA PARTECIPAZIONE

27 giugno - Un gesto estremo frutto della barbarie di questo sistema



Senza lavoro si dà fuoco agli sportelli dell’Inps di Torino, donna grave al Cto
Tragedia della disoccupazione nella sede di corso Giulio Cesare

martedì 27 giugno 2017

27 giugno - Le mani dei padroni grondano del sangue operaio. L'unica giustizia è proletaria



Orbetello, incidente sul lavoro: operaio di 19 anni muore travolto da un albero
Si trovava nell'azienda agricola San Donato. Sul posto il 118 e i carabinieri

26 giugno 2017

Incidente sul lavoro, questa mattina, nel grossetano. Un operaio di 19 anni, originario della Romania, ha perso la vita mentre stava lavorando all'interno dell'azienda agricola San Donato, nei pressi di Magliano in Toscana, a Orbetello. 


Morti per infortuni sul lavoro dal 1°gennaio al 27 giugno 2017
Osservatorio Indipendente di Bologna morti
sul lavoro
Dall’inizio dell’anno sono morti sui luoghi di lavoro 325 lavoratori.

26 giugno - La classe operaia è più viva che mai





Le donne che lavorano nelle fabbriche cambogiane di alcune delle più note marche sportive, da Nike a Asics, soffrono di svenimenti a causa delle condizioni in cui sono costrette ad operare. Un’inchiesta pubblicata domenica 25 giugno su The Observer rivela che nell’ultimo anno più di 500 dipendenti di quattro diverse fabbriche che lavorano per Nike, Puma, Asics e VF Corporation sono state ricoverate in ospedale. L’episodio più clamoroso è avvenuto lo scorso novembre quando nell’arco di tre giorni sono svenute 360 operaie in una fabbrica che produce scarpe da ginnastica per la Asics nella provincia di Kamong Speu.

26 giugno - Logistica: il primo nemico dei lavoratori sono i crumiri/filoaziendali della cgil



Tensione alla Composad, scontri: lancio di lacrimogeni
Alle 5 di mattina sette operai della cooperativa Viadana Facchini erano saliti sul tetto per protesta, primi scontri nel pomeriggio, poi corteo di lavoratori del Gruppo Saviola insieme agli imprenditori a sostegno dei dipendenti dell'azienda, celere in tenuta anti sommossa
VIADANA - Scontri e feriti alla Composad, l'azienda che produce mobili in kit di montaggio per il Gruppo Saviola. La giornata di tensione è iniziata alle prime luci dell'alba, quando gli operai della cooperativa Viadana Facchini sono tornati sul piede di guerra dopo il rigetto da parte dell'assemblea dei lavoratori dell’accordo di giovedì scorso. Alle 5 di lunedì 26 giugno, sette di loro sono saliti sul tetto ed è ripreso il blocco ai cancelli.

25 giugno - VIAREGGIO NON DIMENTICA!



8° ANNIVERSARIO DELLA STRAGE DI VIAREGGIO: UNA SENTENZA ANCORA DA LEGGERE, LA MEMORIA, L'IMPEGNO PER LA SICUREZZA E... I FISCHI DEI TRENI

GIOVEDI' 29 GIUGNO 2017, RICORRE L'OTTAVO ANNIVERSARIO DELLA STRAGE FERROVIARIA DI VIAREGGIO, QUANDO 32 PERSONE PERSERO LA VITA ED ALTRE CENTINAIA RIMASERO FERITE
PER LA ROTTURA DI UN'ASSE, IL GPL CONTENUTO IN UNA DELLE 14 CISTERNE IN TRANSITO, SQUARCIATA A SEGUITO DEL DERAGLIAMENTO, SI PROPAGÒ NELL'AREA CIRCOSTANTE CAUSANDO RIPETUTE ESPLOSIONI ED UN INCENDIO DI VASTE PROPORZIONI CHE INTERESSÒ L'INTERO QUARTIERE, LA CITTA' SEMBRAVA BOMBARDATA