Elenco blog personale

mercoledì 12 luglio 2017

12 luglio - Ilva Taranto: quale sciopero....



ILVA lo Slai Cobas per il sindacato di classe non è d'accordo con lo sciopero del 19 - perchè non ne condivide percorso e piattaforma
Ilva, il Consiglio di fabbrica proclama uno sciopero di 4 ore per il 19 luglio

I sindacati metalmeccanici del gruppo Ilva, hanno proclamato uno sciopero di 4 ore per mercoledì 19 luglio. L’iniziativa avverrà alla vigilia dell’avvio della trattativa con AM Investco, cordata aggiudicatrice dell’Ilva attualmente in amministrazione straordinaria, fissata per giovedì 20 luglio, ed è stata decisa questa mattina al termine della riunione del Consiglio di Fabbrica di Fim, Fiom e Uilm.“Durante l’ampio ed articolo dibattito, in cui è stata ribadita la ferrea volontà di dar vita ad una trattativa che possa coniugare ogni esigenza per la città, per i lavoratori e per il territorio, le RR.SS.UU. hanno stabilito un programma d’azione congiunto” si legge in una nota. Lo sciopero di 4 ore riguarderà il primo e il secondo turno con volantinaggio in città e alle portinerie, con la piattaforma rivendicativa di Fim, Fiom e Uilm. “Piattaforma, contenente le opportune rivendicazioni riguardanti il piano ambientale, il piano occupazionale, il piano industriale, che giorno 20, in concomitanza del vertice al Mise, una delegazione di Fim, Fiom e Uilm, consegnerà sia al Prefetto di Taranto sia alla Commissione Petizione del parlamento Europeo, che sarà a Taranto nei giorni 18 e 19 luglio”.
Durante la riunione odierna, “è emersa la volontà di richiedere un Consiglio di fabbrica per giorno 26 luglio, allargato ai rappresentanti delle istituzioni (sindaco di Taranto, Presidente della Provincia, Presidente della Regione e parlamentari ionici), da svolgersi all’interno dello stabilimento Ilva“. “Occorre – sottolineano le organizzazioni sindacali – un segnale forte da parte di questo territorio, a tutti i livelli. L’Ilva – aggiungono – non è un ‘problema’ della sola città di Taranto”. La piattaforma sindacale contiene – spiegano iinfine i sindacati – “le opportune rivendicazioni riguardanti il piano ambientale, il piano occupazionale e il piano industriale, che una delegazione di Fim, Fiom e Uilm consegnerà sia al Prefetto di Taranto (giorno 20, in concomitanza del vertice al Mise) sia alla Commissione Petizione del Parlamento Europeo che sarà a Taranto nei giorni 18 e 19 luglio“.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Se confermato diciamo Sì allo sciopero del 20 indetto dalla USB - ma su una nostra piattaforma da costruire e organizzare
·         lo Slai Cobas per il sindacato di classe invita i lavoratori a non dare alcun mandato a trattare esuberi o divisione dei lavoratori

Il 20 luglio inizierà la trattativa tra i sindacati e la cordata ArcelorMittal. L'incontro coi sindacati confederali non è una vera trattativa; ...la sostanza del problema  è una produzione, anche maggiore di quella attuale, con minori operai, quindi con conseguente intensificazione dello sfruttamento; la divisione degli operai tra quelli che restano nella ArcelorMittal col nuovo contratto che peggiora salari e diritti e quelli che vanno nel buco nero della bad company che resta nelle mani dei Commissari e che viene pilotata verso la precarietà ammortizzata e l'espulsione dalla fabbrica di 4100 operai.
Su tutto questo  è necessario un chiaro NO al piano.
Noi lavoriamo per una assemblea generale autonoma, che raccolga tutte le voci del dissenso  che unisca operai che vogliono ingaggiare la lotta, resistere inizialmente, cambiare le cose. Detto questo, ora non è solo il tempo dell'autorganizzazione in fabbrica, ma dell'unità tra operai e masse popolari e lavoratori dei quartieri inquinati, per lottare insieme contro il piano  ArcelorMittal-Stato-Governo, per unire difesa del lavoro e della salute.
Prepariamo un autunno caldo!
Slai Cobas per il sindacato di classe ILVA- Appalto via Rintone 22 Taranto – slaicobasta@gmail.com 3475301704

Nessun commento:

Posta un commento