Elenco blog personale

giovedì 22 giugno 2017

22 giugno - La Solidarietà di Classe è Giusta e Necessaria....ma nella chiarezza



FCA Pomigliano - appoggiamo nella fabbrica del fascismo padronale e fascismo sindacale di Marchionne ogni iniziativa di lotta che rompe la pace sociale
Ma non prendiamoci per il c.. per favore!
La Fiom di Landini è complice di quello che avviene a Pomigliano.. e circa i sindacati di base avremmo molto da dire...
Serve ricostruire il sindacato di classe e di massa, che rompa con la guerra di classe, il clima e il sentiero tracciato da padroni e Stato
Slai Cobas per il sindacato di classe
Coord. Nazionale
giugno 2017

NESSUNO DEI PRECARI DI CASSINO DEVE ESSERE LICENZIATO
GLI OPERAI DI CASSINO DEVONO LAVORARE A CASSINO
GLI OPERAI DI POMIGLIANO A POMIGLIANO

Lo sciopero di 16 ore degli operai di Pomigliano che vanno a Cassino ora cambia tutto. Dopo 8 anni gli operai alzano la testa e indipendentemente dalle sigle sindacali scioperano in forma autonoma e indipendente. La forte mobilitazione del SI COBAS FCA  con mobilitazioni di piazza,  il concerto in villa comunale con i 99 posse, il presidio al comune di Pomigliano, la presenza settimanale ai pulman già dalle prime ore dell’alba con volantini e assemblee con i lavoratori ha fatto prendere coscienza agli operai trasferiti a Cassino per farli decidere su 2 questioni: la data certa di rientro e 2000 euro di trasferta come prevede il CCNL.
Il fallimento provvisorio del piano industriale dell’intero gruppo FCA e quello dei modelli Alfa a Cassino la dice lunga sulla tenuta produttiva ed occupazione dello stabilimento di San Germano.
UNA LOTTA CHE CI UNISCE
Gli operai di Cassino si devono unire agli operai di Pomigliano, Termoli, Sevel, Melfi, Mirafiori ecc. per rivendicare questi punti e per noi questo è il nostro piano industriale:
  • NESSUNO DEI 500 PRECARI VA LICENZIATO
  • I RITMI DI LAVORO DEVONO ESSERE ABBASSATI
  • LA PAUSA VA AUMENTATA
  • IL SABATO LAVORATIVO VA ELIMINATO
  • I LAVORATORI RCL DEVONO ESSERE TUTELATI E COLLOCATI SU IDONEE POSTAZIONI
  • AI CDS DOBBIAMO RISPONDERE CON LA LOTTA E PRETENDERE DA PADRONI ,GOVERNO, E REGIONE UNA EQUIPARAZIONE SALARIALE.
La FCA vuole licenziati i precari? Uniti non lo permetteremo!
Il Si Cobas FCA Pomigliano propone a tutte le organizzazioni sindacali, alla FIOM e a quelli di base, una mobilitazione nazionale ai cancelli della FCA di Cassino con sciopero di tutta la giornata per il 30 giugno, in concomitanza con la scadenza dei primi contratti precari e invita i lavoratori alla massima mobilitazione per fermare licenziamenti e futuri ridimensionamenti frutto del fallito piano Marchionne.
Uniti possiamo vincere!
SI COBAS FCA POMIGLIANO
da https://www.lavocedellelotte.it
dal blog di Mimmo Mignano
VENERDI 30 GIUGNO SCIOPERO DI 8 ORE PER OGNI TURNO DI LAVORO ALLA FCA CON MANIFESTAZIONE NAZIONALE E /PRESIDIO INGRESSO PRINCIPALE DELLO STABILIMENTO DI CASSINO. I PROMOTORI DELL’INIZIATIVA SONO: SI COBAS FCA, OPERAI AUTORGANIZZATI FCA DI TERMOLI, USB FCA MELFI, OPERAI ISCRITTI FIOM CASSINO. Se ci sono altre realtà che promuoveranno l’iniziativa aggiorneremo l’elenco. Intanto oggi ai cancelli della FCA di Cassino per riaffermare che nessuno dei precari deve essere licenziato alle scadenze dei contratti tra giugno, luglio e agosto, che i ritmi di lavoro sono diventati insostenibili e bisogna da subito intervenire, che i sabato lavorativi bisogna starsene a casa, le pause devono aumentare, collocare gli rcl su postazioni compatibili col proprio stato di salute, gli operai trasferiti da Pomigliano a Cassino devono avere una data certa di rientro e la somma prevista per le trasferte in basa all’ultimo CCNL.
Facciamo appello a tutte le realtà di lotta a non ISOLARE la vertenza fca, e a partecipare alla mobilitazione per il 30 giugno e a far pervenire la loro adesione che successivamente la renderemo pubblica. Da Napoli è prevista la partenza di un Pullman o forse due. Chi non è con gli operai si schiera di fatto contro una classe.
SI COBAS FCA



Nessun commento:

Posta un commento