Elenco blog personale

lunedì 20 febbraio 2017

20 febbraio - Studenti disabili ricacciati a casa... lotta in piazza oggi di assistenti precari, genitori, docenti, solidali alla Regione... incontro con Crocetta

Comunicato stampa
Palermo, 20 febbraio ’17

Servizio assistenza disabili: Fare ripartire subito i servizi e stabilizzazione!

Si è tenuta oggi la manifestazione annunciata davanti la presidenza della Regione in vista dell’incontro programmato con il Presidente Crocetta. Oltre un centinaio di lavoratrici e lavoratori di Palermo, Monreale, Bagheria, Caccamo (e in rappresentanza di tutti i 2000 lavoratori di tutta la Sicilia), insieme a gruppi di genitori e docenti di sostegno di scuole superiori hanno fatto sentire fortissima la loro voce di indignazione profonda contro la mancanza di un servizio essenzialissimo come quello dell’assistenza agli studenti disabili.






La rabbia dei manifestanti si è espressa con fischi, slogan, sbandieramenti, megafonaggio e occupazione temporanea e a singhiozzo della strada non solo per far sentire la protesta al Presidente e ai suoi asssessori, ma anche per informare i tantissimi automobilisti di passaggio. 
A proposito di assessori: tutti i presenti hanno esultato alla notizia delle dimissioni dell’assessore alla Famiglia Miccichè! Perché così deve essere per tutti coloro che non solo non svolgono il loro lavoro, ma si comportano perfino in maniera indegna!

Dopo qualche ora di attesa, una delegazione dei rappresentanti dello Slai Cobas per il sindacato di classe, che hanno invitato i genitori a presenziare perché esprimessero direttamente la propria rabbia e le loro ragioni, è stata ricevuta dal Presidente in presenza anche del suo entourage, compreso l’assessore Lantieri.
I delegati hanno subito ed energicamente posto le questioni sul tappeto, senza perdersi in salamelecchi, visto che la questione è più che urgente. Le due richieste improrogabili sono:
1.       fare ripartire immediatamente i servizi interrotti in maniera assurda, da un lato perché la gara del trasporto è andata deserta! e dall’altro lato perché non è stata sostituita in tempo la cooperativa sociale che si è ritirata.
2.       Iniziare il processo di stabilizzazione di questo servizio. In questo senso il primo passaggio è il ritiro dell’assurda legge, promulgata alla fine dello scorso anno, che invece che migliorare il servizio lo ha di fatto paralizzato (parole confermate dallo stesso Presidente Crocetta) e presentazione di una nuova legge!
La richiesta di STABILIZZAZIONE, portata avanti da tempo dai lavoratori è di puro buon senso! Perché dovrebbe essere ormai chiaro a tutti, che se innanzi tutto i lavoratori vengono stabilizzati, non ci sarà più bisogno di complicatissime e lunghissime gare d’appalto come è successo in questi anni, e non ci potrà essere nemmeno l’assurda scusa che non si trovano i soldi, e quindi, di fatto, viene finalmente STABILIZZATO il servizio! Ciò significa che gli STUDENTI DISABILI E LE LORO FAMIGLIE NON DOVRANNO SUBIRE PIU’ IL DISASTRO che hanno dovuto subire in questi anni e che è attualmente in corso!
Il presidente Crocetta, che ha avuto un atteggiamento per niente sereno, ha comunque preso un impegno preciso: entro mercoledì si incontrerà con i responsabili della Città Metropolitana (Currao) per capire perché non è stata sostituita la cooperativa sociale che si è ritirata e gli altri problemi che impediscono anche il servizio del trasporto; ha inoltre garantito che i servizi ripartiranno prima possibile perché “i soldi ci sono”! mentre rispetto alla stabilizzazione del servizio si è trincerato dietro la frase: “il governo non lo permetterebbe”! e “dovrei stabilizzare tutti i precari”, ma ha aggiunto, dietro la forte e determinata posizione dei lavoratori, che penserà comunque ad un modo per risolvere la questione, e su questo ha dato un altro appuntamento per un incontro da tenersi subito dopo mercoledì, cioè dopo il suo incontro con i responsabili della Città Metropolitana.



I lavoratori continuano la loro lotta per far ripartire i servizi e per la stabilizzazione: saranno “presenti” all’incontro di mercoledì e preparano altre iniziative: una di queste è programmata già per giovedì prossimo a Palazzo ComitIni ore 15,30.


la lotta non si ferma... STATENE CERTI!

Slai Cobas per il sindacato di classe
Palermo

Nessun commento:

Posta un commento