Elenco blog personale

sabato 4 marzo 2017

4 marzo - solidarietà e informazione.... dalle precarie di Palermo a tutte le lavoratrici, precarie, disoccupate, donne " l' 8 marzo trasformiamo la solidarietà in forte lotta contro chi ci opprime e vuole reprimerci ogni giorno!"

Assistenti disabili Palermo, 8 marzo in sciopero

http://www.orizzontescuola.it/assistenti-disabili-palermo-8-marzo-in-sciopero/
comunicato Slai Cobas Palermo - Mentre le studentesse e gli studenti disabili continuano a non andare a scuola a Palermo, ormai siamo a quasi 60 giorni di non frequenza dall'inizio delle lezioni dopo le vacanze di natale, Mentre i servizi…
ORIZZONTESCUOLA.IT
Mi piace
 
Commenta


LA VOSTRA REPRESSIONE NON CI FERMA MA ALIMENTA LA NOSTRA DOPPIA LOTTA! E L’8 MARZO SCENDEREMO TUTTE IN SCIOPERO!                         http://www.osservatoriorepressione.info/palermo-denunce-carico-delle-precarie-assistenti-igienico-personale/
Denunciate dalla polizia perché lottiamo per la nostra vita.
La vostra repressione non ci fa paura!

Mi piace
 Commenta

8 marzo 2017 sciopero delle donne anche a Palermo



Che le scintille accese con gli scioperi delle donne del 25 novembre 2013 e dell' 8 marzo 2016 si trasformino in un fuoco divampante della lotta delle lavora...
YOUTUBE.COM


Mi piace
 Commenta
Sono solidale con le donne in lotta. Avevo letto                           PIA COVRE Comitato per i diritti civili delle prostitute
solidarietà a tutte Layla Buzzi BOLOGNA
PIENA SOLIDARIETA' A VOI dall'Unione Sindacale Italiana SICILIA" NON MOLLATE1 Lorenzo PETIX (USI SICILIA)
Alle precarie e precari Assistenti igienico-personale Slai Cobas s.c. Palermo
La nostra piena solidarietà dai lavoratori e lavoratrici di Unione Sindacale Italiana per la repressione delle lotte e delle persone che NON chinano la testa, lottando come facciamo anche noi, per IL DIRITTO AL LAVORO E IL DIRITOT ALLO STUDIO E A SERVIZI
SOCIO ASSISTENZIALI DIGNITOSI...
Vi siamo vicini come sostegno morale, ma vi siamo altrattanto vicini PERCHE' L'8 MARZO SI SCIOPERA ...LA LOTTA AL MODELLO PATRIARCALE (che sembra avere i suoi effetti negativi, anche a livello di comportamento...istituzionale...) E' ANCHE
DA UNIRE ALLA LOTTA PER CONDIZIONI DI LAVORO, SALARIALI, DI VITA, DI DIRITTI E DIGNITA' ED E' QUESTIONE CHE CI RIGUARDA TUTTE E TUTTI
Un saluto e buona resistenza
L'8 MARZO NELLE PIAZZE DI TUTTA ITALIA E IN 4 CONTINENTI ....rivendichiamo anche questi di contenuti
"di classe", oltre a quelli che ci portano anche quest'anno, in lotta e in piazza, come già il 25 novembre scorso
a Montecitorio e a Roma...e il 26 novembre in una fiumana di persone, colori, storie che ci uniscono, anche
se abbiamo differenze e modi diversi di vivere le situazioni.
Inoltra per Confederazione sindacale Usi fondata nel 1912
Roberto Martelli

Usb Scuola Palermo
Esprimiamo la nostra solidarietà ai lavoratori e alle lavoratrici dello Slai Cobas per il sindacato di classe denunciati dalla questura di Palermo per manifestazione non autorizzata. Mentre gli alunni disabili sono relegati a casa senza assistenza, mentre i lavoratori rivendicano il sacrosanto lavoro, si colpisce con forza il diritto a protestare contro le nefandezze della politica siciliana, che colpisce duramente alunni, famiglie e lavoratori. La repressione non potrà mai fermare il legittimo diritto al lavoro, per questo siamo accanto ai lavoratori denunciati e allo Slai Cobas per il sindacato di classe.


Concetta Musio MFPR TARANTO 
Non ho parole ma solo tanta rabbia,"VERGOGNA".Forza ragazze fate sentire la vostra voce. Siamo tutte voi!!


Come sempre viene denunciato il giusto e mai i disonesti..tenete duro ragazzi, lo capiranno quanto siete importanti per i nostri bambini che hanno bisogno di voi.                                            Angela ,Collaboratrice Scolastica


un abbraccio di solidarietà a tutte le lavoratrici e lavoratori in lotta! Antonio Sfascia Chitarre


Filippa Battaglia Assistente di Caccamo
Il lavoro e' un diritto e nessuno lo puo ' calpestare!!!!!
Continuate cosi ! Perche ' voi vincerete !


Questa denuncia è una medaglia, ogni lavoratore che difende i propri diritti e i diritti dei più deboli deve farne un vanto!!!!!! Dovete esserne orgogliose/i!!!!!!
MANUELA ROMANO LAVORATRICE DELLA SANITA' DI PALERMO

Mariella Bellomo Anche io sono con voi ... Assistente prov. Messina

Rosalia Tripi 
E noi lotteremo con voi come genitori non ci fermeremo

Massima solidarietà
Come diceva quella bella canzone, vecchia ma sempre attuale "Siam tutti delinquenti
solo per il padrone
siamo tutti compagni

per la rivoluzione" Adelante compañer*s!

Flavia Mapelli lavoratrice BG


-->
Chiediamo diritti, ci danno polizia,
è questa la loro democrazia!

Massima solidarietà alle precarie assistenti igienico-personale dello SLAI Cobas sc. di Palermo, colpite dalla repressione dello stato moderno fascista

 

 

Anche le recenti denunce penali a carico delle precarie aderenti allo SLAI Cobas sc - che prestano assistenza igienico-personale agli alunni portatori di handicap grave delle scuole superiori di Palermo – lavoratrici  da tempo in lotta per la difesa del posto di lavoro e dei diritti dei ragazzi disabili,  denota il carattere MODERNO FASCISTA dello stato e delle sue istituzioni.  Stato che, di fatto, considera i disabili una zavorra, un fardello pesante di cui sbarazzarsi, e le lavoratrici precarie, carne da macello. 
Da anni, grazie a governi sempre più antipopolari e reazionari,i fondi statali per le politiche sociali e per le “non autosufficienze” subiscono drastici tagli, tanto che anche il Censis, già nel 2012,  denunciava il misfatto.  Così come la stessa stampa borghese, tra cui il “Sole 24 Ore”, più volte, a seguito di inchieste, è stata costretta a confermare che l’Italia è il paese che spende molto meno della media europea per l’assistenza ai portatori H. 
In questi anni, il governo Renzi non è stato di certo da meno, anzi, con la sua politica della “macelleria sociale”, ancora più MODERNO FASCISTA, ha dato un ennesimo colpo di scure ad un diritto inalienabile,sancito dalla Costituzione e dalla convenzione ONU, stanziando briciole anche per il 2016 (appena 70 milioni di euro), mentre rimpizzava banche e padroni. 
Anche il governo Gentiloni,  in netta continuità con  quello Renzi, sta dimostrando di essere il governo delle banche e dei padroni, sulla pelle perfino dei malati gravi, interrompendo  servizi indispensabili, come quello dell’assistenza igienico-personale degli studenti disabili. 
Pure il governo siciliano, guidato dall’altro buffone di corte, Crocetta, checché ne dica compagno di merende… di Renzi e CO., ha fatto e continua a fare la sua PORCA parte, infatti, anziché fare di tutto per garantire piena e continua assistenza ai giovani disabili,  stabilizzando i precari delle coop. sociali che se ne prendono cura con grande professionalità e passione da anni, continua col CRIMINALE balletto degli appalti, lasciando per mesi e mesi, senza assistenza, questi ragazzi, ledendone finanche la dignità, nella misura in cui viene impedito loro pure il diritto allo studio. 
Ma quel che è peggio, è che dopo il sonoro intervento delle Iene e del regista Pif, che unitamente alla dura e pressante lotta delle predette precaie e dei precari delle coop. sociali, hanno portato alle dovute dimissioni dell’assessore alla famiglia Gianluca Micciché, Crocetta, invece  di sbracciarsi realmente e risolvere subito e definitivamente la gravissima ed incresciosa vicenda, per ripicca, ha pensato bene di avviare un’inchiesta sui disabili in Sicilia, da questi ritenuti troppi.

Questo dimostra, ancora una  volta, che siamo governati da gente disumana e senza scrupoli, da pezzi di merda borghesi che al posto del cuore hanno un macigno, attenti solo ai propri interessi e a quelli della propria casta. Feccia che va cacciata e spazzata via dalla faccia della terra, perché indegna, e  non ha ragione e diritto di esistere!

LA REPRESSIONE NON CI FA PAURA, LA LOTTA DELLE LAVORATRICI,
DELLE DONNE, SARA’ SEMPRE PIU’ DURA! 
VIVA  LO SCIOPERO DELLE DONNE DELL’8 MARZO!

                                                                                                      
Lavoratrici SLAI Cobas sc. –Policlinico Palermo


Palermo, protestano per chiedere servizi ai disabili e vengono denunciati gli Assistenti precari dello Slai Cobas s.c.


Il 6 febbraio hanno protestato davanti alla Regione per chiedere di far ripartire il trasporto e i servizi igienico-sanitari per oltre 400...
VIDEO.REPUBBLICA.IT


Assistenti ai disabili denunciati dalla Questura ma la protesta non si ferma: oggi sit-in a Palazzo Comitini






Nessun commento:

Posta un commento