Elenco blog personale

domenica 24 luglio 2016

24 luglio - Renzi.... che succede all'Hotspot a Taranto?



Se Renzi viene a Taranto il 29 luglio – porteremo il nostro No all’Hotspot di Taranto all’attenzione del governo il 29 luglio – in piazza Garibaldi tutti insieme

info


347-5301704



From: cobasta
Sent: Saturday, July 23, 2016 1:10 PM
Subject: Che succede all'Hotspot a Taranto?

AL SIG.PREFETTO DI TARANTO
AL SINDACO DI TARANTO
Ci arrivano segnalazioni e denunce su cui chiediamo chiarezza e intervento.
Alcuni migranti del Camerun stanno protestando all’esterno dell’Hotspot di Taranto. Nei giorni precedenti starebbero stati mandati dall’Hotspot al centro sito a Paolo VI e gestito dall’Ass. “Noi e Voi” – la stessa che gestisce anche l'Hotspot; qui, denunciano i migranti, vengono alloggiati in condizioni indecenti e indegne, in un capannone industriale.
Per questo alcuni dei migranti sono tornati all’Hotspot per rappresentare questa situazione; ma la polizia li terrebbe fuori, tanto che stanno dormendo all’esterno dell’area per terra.  
Nello stesso tempo, anche all’Hotspot la situazione logistica è pesantissima. Soprattutto ora con il caldo, la struttura diventa una fornace, non c’è ombra. Tra l’altro una struttura, come denunciano anche alcune Forze dell’ordine, a due passi dall’Ilva, quindi con tutti gli effetti di inquinamento che sappiamo.
QUESTA SAREBBE L’ACCOGLIENZA BUONA, DIGNITOSA, DI CUI HANNO PARLATO I NOSTRI PARLAMENTARI? 
Ma sembra che non basti. Vi sono anche segnalazioni che denuncerebbero i metodi con cui i migranti vengono identificati all’Hotspot. L’obbligo di identificazione verrebbe attuato anche usando, verso chi non vuole, violenza fisica.  
NOI VOGLIAMO SAPERE E ACCERTARE LA VERIDICITA’ DI QUESTE DENUNCE E SITUAZIONI!
Lo Slai cobas sc aveva chiesto alla prefettura di poter entrare nell’Hotspot, parlare con i migranti, MA FINORA CI E' STATO NEGATO! 
Perchè se non si ha nulla da nascondere, si impedisce a noi, ad associazioni, anche a quelle che si occupano proprio dell’assistenza migranti, ai giornalisti, di entrare nell’Hotspot? Questo è inaccettabile, i migranti non sono dei carcerati!
Infine, alla Prefettura, segnaliamo che i migranti del Bel sit, ancora una volta gli unici dei vari centri di accoglienza, non ricevono da più di due mesi il pocket money; mentre l'assistenza sanitaria è inesistente e viene sempre scaricata sui singoli migranti.
SU TUTTO QUESTO CHIEDIAMO RISPOSTE E INTERVENTI DA PARTE DELLA PREFETTURA E DEL COMUNE.

In attesa, distinti saluti



Nessun commento:

Posta un commento