Elenco blog personale

mercoledì 27 aprile 2016

26 aprile - Solidarietà ai lavoratori francesi. Appello



APPELLO DEL SINDACATO FRANCESE SOLIDAIRES
A PROMUOVERE INIZIATIVE DI SOLIDARIETÀ DAVANTI ALLE AMBASCIATE E AI  CONSOLATI FRANCESI
IN OCCASIONE DELLA GIORNATA DI SCIOPERO GENERALE DEL 28 APRILE
Buongiorno cari compagni,
come sapete un imponente movimento sociale si sta manifestando attualmente in Francia contro la riforma del lavoro, proposta dal  Ministro Myriam El Khomri, che costituisce un attacco senza precedenti  contro il codice del lavoro.
Diverse giornate d’azione, di scioperi e manifestazioni si sono già svolte nel mese di marzo.
Il punto più alto di questa mobilitazione è stato, senza dubbio, la giornata dello sciopero del 31 marzo quando non meno di un milione e duecentomila persone hanno manifestato nelle città francesi.
Durante queste manifestazioni e azioni, prendendo a pretesto la situazione dello stato d’emergenza, le forze di polizia hanno moltiplicato le provocazioni e gli arresti nei confronti dei militanti e delle militanti.
Questa repressione si è abbattuta, e non è un caso, soprattutto sui giovani che partecipano massicciamente al movimento. Si tratta certo di fatti non nuovi, ma, una volta di più, il governo usa la  forza e la criminalizzazione del movimento sociale per meglio screditarlo.

E già da ora è fissata una nuova data di mobilitazione, che si annuncia massiccia, il giorno 28 aprile, con un appello intersindacale di 7 organizzazioni, allo sciopero generale sulla parola d’ordine: “Né negoziabile, né emendabile, ritiro della Legge sul Lavoro”.
Al fine di dare eco alla nostra mobilitazione, abbiamo bisogno del vostro sostegno, cari compagni, care compagne.
Vi proponiamo, a questo fine, d’organizzare, in questa giornata di  sciopero generale di giovedì 28 aprile (o nei giorni che precedono questa data), presidi di sostegno al nostro movimento sociale davanti ai consolati e alle ambasciate di Francia nei vostri Paesi.
Saluti sindacalisti e internazionalisti
Jérémie Berthuin per la Commissione internazionale di Solidaires

Nessun commento:

Posta un commento