Elenco blog personale

martedì 29 novembre 2016

27 novembre - Dall'Italia alla Cina, gli Operai sono CARNE DA MACELLO per i profitti dei padroni



Cina, salgono a 74 i morti per il crollo in una centrale elettrica
L’incidente era avvenuto ieri mattina nella provincia di Jiangxi
Pubblicato il 25/11/2016
Ultima modifica il 25/11/2016 alle ore 08:03
pechino
Sale a 74 vittime il bilancio del crollo di una piattaforma durante la costruzione della torre di raffreddamento di una centrale elettrica nella provincia cinese di Jiangxi. Lo rendono noto i media di Stato. Due altre persone risultano ferite, come riporta l’agenzia Nuova Cina.  
L’incidente è avvenuto ieri mattina nella provincia cinese di Jiangxi per il crollo di una piattaforma durante la costruzione della torre di raffreddamento di una centrale elettrica. I feriti sono tutti assistiti presso l’ospedale di Fengcheng, la città dove sono in corso i lavori della centrale. Dalle immagini della tv statale Cctv e dalle foto in circolazione si possono vedere l’impalcatura in acciaio accartocciata e le pedane in legno della piattaforma. 


Il luogo dell'incidente nella centrale di Fengcheng, in Cina. Credit: Reuters

Almeno 74 lavoratori sono morti nel crollo di una torre di raffreddamento in costruzione nella centrale di Fengcheng, nella provincia cinese di Jiangxi. Si cercano ancora i sopravvissuti. 
È solo l'ultimo incidente sul lavoro in ordine di tempo di un paese costantemente afflitto dal fenomeno a causa della scarsa sicurezza nei luoghi di lavoro. Al momento del crollo erano 68 gli operai sul ponteggio, secondo quanto hanno riferito i media locali. Oltre 200 soccorritori sono a lavoro per cercare di estrarre coloro che ancora sono intrappolati sotto le macerie. 
La torre di raffreddamento è parte di una centrale elettrica a carbone che dovrebbe essere completata entro il 2018, con un costo totale di 1,1 miliardi di dollari. In più occasioni i leader cinesi hanno promesso un maggiore impegno per migliorare la sicurezza sul lavoro. Lo scorso anno più di 170 persone sono rimaste uccise in uno dei peggiori disastri sul lavoro del paese a causa dell'esplosione di un magazzino che conteneva materiale chimico nella città di Tianjiin. Nel mese di agosto l'esplosione di un oleodotto di una centrale elettrica ha ucciso 21 lavoratori. 

Nessun commento:

Posta un commento